Archivi categoria: big data

Thick Data: i dati qualitativi che completano i Big Data

Tricia Wang – cofondatrice di Sudden Compass – ha raccontato – nel corso di una conferenza Ted Talk – una storia particolarmente interessante, cioè di quando la Nokia non riuscì a interpretare i Big Data di cui disponeva. Parliamo dell’inizio … Continua a leggere

Pubblicato in algoritmo, big data, Datafication, Thick Data | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Gli algoritmi, ovvero il senso dei Big Data

È del 2016 un libro dal titolo evocativo: “Che cosa sognano gli algoritmi”. Tuttavia, l’intenzione dell’autore – Dominique Cardon – non è quella di misurarsi in una sorta di fantasioso duello con il famoso “Do Androids dream of electric sheeps” … Continua a leggere

Pubblicato in algoritmo, biblioteca digitale, big data, Datafication, digitalizzazione, Google Books, tecnologie digitali | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Serve un mondo meno digitale? O più “humanities” nel mondo digitale?

Il problema: la rivoluzione tecnologica che con le sue continue ondate dirompenti e pervasive stravolge tutto e tutti. Che fare? Quattro libri usciti recentemente– uno italiano e tre da oltreoceano –   tentano, da impostazioni diverse,  di offrire interpretazioni e fornire … Continua a leggere

Pubblicato in big data, Big Data culturali, Intelligenza artificiale, società dell'informazione, tecnologie digitali | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

Biblioteche nel diluvio dei Big Data: prospettive per nuovi servizi tra “data curation” e “open data”

I Big Data – per ora – hanno solo “sfiorato” il mondo delle biblioteche. Si è trattato  di un “rendezvous” che  lascia però presagire ulteriori sviluppi “rivoluzionari”. L’ingresso pieno di questa nuova tecnologia in Biblioteca potrà, infatti, suscitare nuovi importanti … Continua a leggere

Pubblicato in biblioteca digitale, big data, Big Data culturali, big data curation, Datafication, open data | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Dal documento ai dati: la scomparsa del record bibliografico nel web

Tutto ha inizio con Tim Berners Lee. È il 2001, quando l’inventore del Web scrive: “Le macchine diventeranno capaci di analizzare tutti i dati sul Web, il contenuto, i link e le transazioni tra persone e computer. La “Rete Semantica” … Continua a leggere

Pubblicato in biblioteca digitale, big data, Formati, FRBR, futuro del libro, linked data, RDA, RDF, società dell'informazione, Standard, storia delle biblioteche, tecnologie digitali, web semantico | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento