Le memorie della “Grande Guerra” in formato digitale

Europeana, la grande biblioteca digitale d’Europa che riunendo i contributi di 27 paesi UE rende accessibili oltre 19 milioni di documenti digitalizzati, in vista del centenario dell’inizio della Prima Guerra Mondiale – cataclisma mai dimenticato che sconvolse le popolazioni europee – ha avviato il progetto “Europeana 1914-1918”.

 Obiettivo: preservare in formato digitale per le future generazioni memoria,  testimonianze, immagini di una catastrofe che causò oltre 9 milioni di vittime tra i soldati e circa 7 milioni di vittime civili.

 Gli artefici di questo archivio digitale sulla “Grande Guerra” sono gli stessi cittadini europei che attraverso le piattaforme “europeana 1914-1918” e “europeana-collections 1914-1918”, possono far affluire i documenti in loro possesso: sia digitalizzando in proprio e poi inviando i materiali al sito di riferimento oppure partecipando direttamente alle “giornate di raccolta” dove team d’esperti digitalizzeranno seduta stante le loro testimonianze (immagini, racconti e altro).

 Finora, in Germania sono state organizzate 9 giornate di raccolta che hanno consentito di digitalizzare circa 40 mila immagini: diari inediti, mappe disegnate a mano, ritratti e fotografie che raccontano la vita quotidiana sotto il fuoco nemico e la quotidianità delle famiglie in attesa dei propri cari. In Italia c’è stata una prima tappa a Trento, dove tra lettere, cartoline, fotografie, copricapi, medaglie, manifesti, ritagli di giornale, oggetti della vita di trincea sono stati digitalizzati altri 2 mila preziosi ricordi. Il 15 maggio si è tenuto un altro “collection day” a Roma presso la Biblioteca Nazionale a cui seguirà, – subito dopo – l’appuntamento del 18 alle Valli del Pasubio (VI) presso Forte Monte Maso.

 Il progetto “Europeana 1914-1918” continua a crescere e attualmente coinvolge 10 paesi europei, lo scopo finale è quello di creare un unico archivio digitale della Prima Guerra Mondiale.

Questa voce è stata pubblicata in biblioteca digitale, digitalizzazione e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *